Riconoscimento a Danilo Gigante della Gran Croce al Merito Umanitario

13335525_546394405545893_6604439832589649884_n

Nella meravigliosa cornice dell’hotel El Palace di Barcellona il grande cuore tricolore, la straordinaria sensibilita’ e generosita’ dell’Italia¬† viene di nuovo premiata con il riconoscimento della Gran Croce al Merito Umanitario. Sotto i riflettori della nobile commissione presieduta dal Principe di Cappadocia e San Bartolomeo Don Rafael Anduljar y Vilches, il consulente d’arte, Danilo Gigante ha ricevuto la prestigiosa onoreficenza per aver saputo coniugare il Valore dell’Arte e della Cultura come impegno professionale alla Solidarieta’ sociale, verso il prossimo, specie ai bambini.
Sostenendo negli anni,¬† il progetto “Tommy nel Cuore” e poi con “Non toccate i bambini” la ristrutturazione di scuole e orfanotrofi nel mondo del bisogno, in Nicaragua e in Terra Santa, Danilo Gigante si e’ sempre dedicato al sostegno all’infanzia, spesso negata per ingiustizie sociali ed economiche, delle qualii bambini pagano spesso il prezzo piu alto.
Il silenzio, come e’ abituato a fare chi muove opere di Carita’, non e’bastato a far passare inosservato l’originale impegno filantropico di Danilo Gigante, la cui originale continuita’ tra vendere Arte e dispensare risorse in favore dei piu’ piccoli e’ stata evidenziata a livello internazionale.
In effetti della Gran Croce al Merito Umanitario e’ stata insignita la Rita Levi Montalcini e il Dalai Lama e recentemente la Marina Militare Italiana per aver salvato centinaia di migliaia di vite umane: colpisce quindi il riconoscimento dato a Danilo Gigante perche’ eleva uno stile italiano fatto di ordinaria sensibilita’ e grande umanita’ e attenzione ai deboli, in uno straordinario modo di sentire il prossimo e di vivere lavori e professionalita’ nella nostra societa globale. “Che senso ha -dichiara un commosso Danilo Gigante- arrivare al successo, fare sacrifici se poi non sappiamo essere attenti al prossimo specie il piu piccolo e indifeso tra noi?”